Le vette nepalesi e i ghiacciai svizzeri. Due interessanti appuntamenti di Monza Montagna al Binario 7

Un viaggio alla scoperta delle più alte vette del Nepal ma anche un lungo percorso personale alla ricerca della libertà e dei propri diritti.

Mercoledì 8 novembre si apre il programma  di incontri di Monza Montagna, la kermesse di sport, cultura e tradizione organizzata dalle nove storiche società alpinistiche monzesi, che gode anche del patrocinio dell’Ussmb.

Alle 21  nella sala Chaplin del Binario 7 in via Turati, 8 sarà proiettato il film “Mira”del regista Lloyd Belcher, una pellicola presentata all’ultimo Trento Film Festival.

Mira è una ragazzina nepalese che vuole sottrarsi alle ferree tradizioni del suo paese che la vedono relegata in casa perché donna. Per realizzare il suo sogno dovrà, però, scappare. Diventerà una skyrunner da record e durante le sue imprese si batterà per l’emancipazione femminile nel suo paese.

Alla serata parteciperanno lo  skyrunner piemontese  Giulio Ornati alcuni corridori che hanno preso parte alla Monza-Resegone.

Venerdì 10, sempre alle 21, nella Sala Picasso del Binario 7 si potrà assistere alla proiezione del filmato del regista Valerio Scheggia girato sul Trenino Rosso del Bernina che collega Tirano a Saint Moritz attraversando valli, laghi e ghiacciai. Dichiarato Patrimonio dell’Umanità, il convoglio sale fino ai 2224 metri del Bernina, il punto più alto raggiunto in Europa da una ferrovia senza cremagliera. A presentare la serata il giornalista Stefano Giussani.

E per finire una bella sorpresa: tra gli spettatori saranno messi in palio due biglietti gratuiti per il trenino offerti da Svizzera Turismo e dalle Ferrovie Retiche.