Quell’ARCOBALENO che non si dissolve

Narra un’antica leggenda che là, dove nasce l’arcobaleno, si trovi il più grande tesoro di tutta la Terra. Certamente, passando dalla leggenda alla storia, quel tesoro l’hanno trovato i numerosi ragazzi che si avvicinano all’Associazione Calcio DOWN ARCOBALENO che, per volontà di Luigi “Gino” Rapicavoli, nacque nel 1995 quando, al termine di una partita di calcetto, incontrò dei ragazzi down in una pizzeria. Gino era un poliziotto che coltivava una grande passione per lo sport, ebbe l’idea di avvicinarli al calcio. Formò così una squadra in tutto e per tutto che si fece presto conoscere partecipando a manifestazioni, piccoli tornei e impegnativi campionati conquistando ben 3 titoli di Campioni d’Italia della FISDIR Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale. Purtroppo il primo scudetto è legato ad un triste ricordo, venne conquistato nel 2004, anno in cui una brutta malattia faceva spegnere Gino, ma non il suo esempio, la sua creatura.

L’A.C.Down Arcobaleno, riconosciuta dal Coni, è iscritta dal 2003 nel registro dell’Onlus; non manca di partecipare, oltre che ai campionati regionali e nazionali della Fisdir, anche ai Giochi di Special Olympics e alle varie edizioni del nostro Festival dello Sport. Oltre che sui terreni di gioco sono protagonisti in varie iniziative culturali e sociali come raccolte fondi per un defibrillatore per Ospedale di Sesto San Giovanni, due carrozzine per una bimba paraplegica nelle Filippine,  una giornata da fantino con il nucleo Carabinieri a cavallo nel parco di Monza. Con Gino si poté pure giocare nelle carceri di Monza con la squadra della Polizia Penitenziaria e partecipare al torneo di Caponago con la compagine delle ragazze del G.S.D.Fonas.

Il suo esempio, come si è visto dall’attività svolta e dai risultati raggiunti, non si è dissolto; la moglie Elena Altobrando Rapicavoli ne ha raccolto il testimone come presidente e ha trovato lungo il percorso anche chi ne ha preso a cuore l’iniziativa, come Fabrizio Ciceri che da tempo ne è vice presidente. Il consiglio direttivo è completato da Rossella Trezzi (segretaria), Fernanda Biraghi (tesoriere) e dai consiglieri  Alberto Altobrando, Marco Turoli, Luca Varano, Cosimo Vitale e Giuliano Trezzi.  Ci sono poi tre allenatori che seguono la parte tecnico-sportiva della rosa che è composta da una trentina di calciatori.

Per contatti telefonare a 340 3648072