Campioni e giovani promesse martedì sera al Binario 7 per la consegna dei tradizionali premi dell’U.S.S.MB

“Un appuntamento che è diventato una tradizione come il Festival di Sanremo” . Una battuta dell’assessore allo sport Andrea Arbizzoni per sottolineare il clima di gioia e di festa che si è respirato martedì sera al Binario 7 durante la consegna delle onorificenze agli sportivi benemeriti e del premio giornalistico Corbetta da parte dell’unione Società Sportive Monza Brianza.

Presenti alla cerimonia anche il sindaco Dario Allevi, l’assessore all’Istruzione Pier Franco Maffè e il rappresentante del Coni Angelo Cappuccilli. Gli amministratori hanno ribadito il loro impegno nei confronti dello sport annunciando l’istituzione di una apposita consulta di “confronto, ascolto e proposizione” con le società sportive a partire dal mese di gennaio.

Arbizzoni, che ha anche la delega all’edilizia sportiva, ha promesso il suo impegno per fare fronte alle carenze impiantistiche, per intervenire laddove c’è bisogno in termini di manutenzione senza dimenticare una seria programmazione di strutture innovative.

E poi via alle premiazioni: un Premio Speciale è stato assegnato a Torquato Testa, campione di free style su mountain bike a livello mondiale che due anni or sono ha aperto in zona Cederna il Monza Pizza Bike Park, una struttura unica nel suo genere in Italia, che conta già quattrocento tesserati, dove si possono imparare le evoluzioni sulle due ruote.

I premi riservati alle giovani promesse sono andati a:

Francesca Conzi, pattinatrice della Astro Roller Skating, campionessa del mondo di skate cross,  Gaia Pozzi, undicenne campionessa italiana Alieve di ginnastica ritmica, che ha manifestato il suo sogno di partecipare alle Olimpiadi, ai gemelli campioni di bocce Julian e Tudor Scutariu, all’astista dell’Atletica Monza Laura Pirovano, medaglia d’argento ai campionati italiani indoor.

Il premio giornalistico Angelo Corbetta è stato consegnato ad un emozionatissimo Carlo Gaeta che ha rammentato di aver partecipato da ragazzino nel 1976 alla prima edizione del Festival dello Sport dell’Ussmb in Autodromo.

Premiati con le Insegne d’oro: il motociclista (ma anche campione di sport acquatici) Alessandro Tuzza, che ha rivelato che sin da giovanissimo, quando abitava a Messina, sognava di venire a Monza per soddisfare la sua passione per i motori, la campionessa di karate Camilla Pasteris, che su 123 gare disputate ben 105 le ha concluse sul podio e, malgrado i suoi impegni sportivi, è riuscita persino a conseguire la laurea in Servizi sociali, Davide Radaelli dell’Arcobaleno Down, campione di calcio ma anche medaglia d’oro Special Olympics di golf, e Nicola Colombo, il presidente del Calcio Monza 1912, che non ha nascosto la sua emozione per il riconoscimento ricordando anche quando da bambino seguiva la squadra allo stadio Sada.

La Stella d’oro è stata consegnata al ginnasta Matteo Morandi che, oltre a far parte del Gruppo Sportivo dell’Aeronautica Militare, è allenatore della Polisportiva Casati Arcore dove, grazie alla sua presenza, si è avuto un exploit di iscritti. “Ricevo più premi adesso di quando facevo attività agonistica-ha scherzato segno che si ricordano ancora di me!”.

Una Stella d’oro speciale è stata consegnata al presidente onorario dell’Ussmb Pietro Mazzo.