Quindicimila presenze al 43° Monza Sport Festival

E anche la 43° edizione del Monza Sport Festival organizzato come, da tradizione, in autodromo dalla nostra unione è andata in archivio. Una bella vetrina dello sport con più di cinquanta discipline proposte da una sessantina di società. Una due giorni baciata dal bel tempo, come non avveniva da alcuni anni, e dalla presenza di quindicimila visitatori . L’edizione 2018 del Festival ha avuto un ospite d’onore: il 28enne Rodney Soncco Zuniga, peruviano trapiantato a Bellusco da quindici anni, che lo scorsa estate ha vinto la prima edizione della “Inca Divide”, una ultra cycling race per amatori esperti tra le montagne di Ecuador e Perù. Una faticaccia di  tremilacinquecento chilometri con dislivelli incredibili da percorrere al massimo in ventisei giorni. Rodney, pizzaiolo con la passione per le due ruote, di giorni ne ha impiegati solo, si fa per dire, diciotto e già il mese prossimo cercherà di bissare il successo  prima di imbarcarsi in una nuova avventura a Taiwan in ottobre. Il giovane sudamericano che si allena tutti i giorni sulle strade della Brianza ha fatto da apripista alle centinaia di amatori che si sono cimentati lungo il percorso del circuito monzese. Il Perù è stato protagonista di una simpatica manifestazione di contorno: il banderazo organizzato dalla comunità peruviana lombarda per incoraggiare la loro nazione che dopo trentasei anni di assenza prenderà parte a campionati del mondo di calcio in Russia.  Trecento i sostenitori  presenti che con il loro tifo hanno trasformato l’area dei paddock in una tribuna di uno stadio. Un omaggio a un campione indimenticato, Michael Schumacher, è stato tributato dalle fiammanti rosse del Ferrari Club Caprino, Varese e Vedano che domenica mattina hanno sfilato in pista. Presenti anche le due ruote con le attività e i test drive proposti dal Moto Club Monza e dal Motoclub Ducati Monza. Sempre in tema di motori, ha suscitato molto interesse la guida al buio, un’attività proposta su un’automobile a doppi comandi dove il guidatore, con gli occhi coperti da una maschera, è costretto a percorrere il suo tragitto seguendo le indicazioni di una voce guida. Molto partecipato il campionato italiano freestyle che ha visto il trionfo dell’Astro Skating. Non sono mancate le tradizionali competizioni di scherma (Bulli &Pupe giunto alla quinta edizione organizzato dalla Brianza Scherma) e di ciclismo (il 41° Trofeo Schiatti organizzato dal Pedale Monzese) e tante, tantissime attrazioni da vedere e da provare.