Addio a Carlo Poroli : il ricordo commosso del presidente Fabrizio Ciceri e di Alfredo Grandi

Addio a Carlo Poroli, scomparso ieri. Bancario in pensione, viveva  a Monza e tra poco più di un mese  avrebbe compiuto 83 anni. Commosso il ricordo del presidente Ussmb Fabrizio Ciceri: “Quando ieri  ho appreso della scomparsa di Carlo la mia mente e il mio cuore sono immediatamente volati ai ricordi che per tantissimi anni ci hanno accomunato. Se oggi sono nella Ussmb lo devo soprattutto a lui che parlando con Pietro diceva <<quel lì l’è un bravo bagai!”>>. Da quel momento è iniziato il mio percorso all’interno dell’Unione. Quante riunioni, quanti festival, quante serate in compagnia a ridere, scherzare e mangiare. Era, pur con il suo carattere all’apparenza burbero, sempre disponibile. Mi ha sempre incoraggiato e coperto quando facevo degli errori. Penso che la migliore cosa che si possa dire, e non è assolutamente banale, è che era veramente una brava persona. Sicuramente il tuo ricordo rimarrà scolpito non solo nella mia memoria ma anche in quella di tutti coloro che hanno avuto la fortuna e l’onore di conoscerti. Ciao, Carlo”. Anche Alfredo Grandi, già Direttore Comunicazione e Immagine dell’ Autodromo, ha voluto ricordare Poroli con il quale ha collaborato per anni in seno all’Ussmb: “Caro Carlo, quando molti anni fa venni incaricato dall’ingegner Bacciagaluppi di sostituire Romolo Tavoni all’interno dell’Ussm la prima persona che incontrai fosti proprio tu: Carlo Poroli, allora unico e grande segretario. Da allora sono passate tante, tante riunioni ma soprattutto tanti Festival dello Sport a cui la direzione della comunicazione della Sias, nel suo insieme, diede sempre un notevole contributo dettato dalla voglia di partecipare allo svolgimento di una Manifestazione unica nel suo genere che ha sempre onorato lo spirito dello sport monzese. Che cosa dire oggi? ??? Caro Carlo, sei andato via in silenzio, è vero, ma chi ti ha conosciuto bene come me non potrà mai dimenticare il tuo grande, grandissimo impegno in favore dell’Unione e dello sport in Brianza. Solo un pensiero da una persona oggi triste: che  tu possa essere felice dove sei sapendo che hai lasciato a tutti noi un ricordo indelebile per il grande lavoro che hai svolto in tanti anni. Ti abbraccio, caro Carlo”.