40° MONZA SPORT FESTIVAL, il comunicato stampa

Novanta società sportive e una decina di associazioni culturali e di volontariato daranno vita alla 40a edizione del Monza Sport Festival, un’adesione davvero lusinghiera per l’Unione Società Sportive Monza Brianza che organizza questa kermesse dal 1976 e che l’Autodromo ospita con encomiabile spirito di collaborazione.      Davvero una voglia di partecipare molto significativa per la manifestazione che si terrà nei giorni di sabato 13 e domenica 14 giugno. Sarà una vetrina per le molteplici attività sportive e sociali che Monza e la Brianza sanno esprimere, ma anche un momento d’incontro assolutamente unico e rivolto ad un pubblico di ogni età. Sono affluenze che, nelle due giornate, non sono mai state inferiori alle 25mila unità; da sottolineare che l’ingresso è gratuito.      Il programma sarà aperto dalla sfilata di una Marching Band e dalla disputa dell’83a edizione del Medaglia d’oro Città di Monza (classica gara ciclistica regionale per dilettanti under 23 organizzata dal Pedale Monzese) seguita da una a cronometro a coppie della Velo Virtus. IMG_20150609_0002E poi, grazie al Brianza Scherma, il 2° Torneo Bulli & Pupe, gara a coppie di fioretto e spada. Per il rotellismo, ormai nella tradizione sportiva monzese, la Pattinata turistica (domenica mattina), la Rollercup battle 2015 (pattini in linea) e il pattinaggio artistico. Mentre eleganti coppie si faranno ammirare nella danza sportiva, per le arti marziali avremo esibizioni di sei diverse discipline. La ginnastica sarà presente nella ritmica e nell’artistica, e poi football americano, rugby, tennis, volley, tornei di calcio a 7 per calciatori e calciatrici e il torneo di calcio a 5 per atleti Down. Per gli ardimentosi sarà stimolante cimentarsi nell’arrampicata sportiva mentre, tra gli alberi nei pressi della Parabolica, sarà ambientato il tiro con l’arco a sagome di animali. Davvero un programma molto fitto ed interessante che include il ciclismo per non vedenti, attività natatorie e sub, il badminton, il minigolf e il singolare lancio del telefonino. OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per i nostalgici delle gare con i tappi delle bottiglie qui ci sarà il ciclo-tappo! E, novità di quest’anno, il Subbuteo. Nei box tanto spazio anche per scacchisti e modellismo, e l’elenco potrebbe continuare. L’Autodromo ci parla anche di motori e quindi ecco le auto storiche che hanno partecipato alla gloriosa 1000 Miglia, le moto con il raduno internazionale promosso dal Registro Storico Gilera, quelo delle MOTOM e le immancabili “Ferrari in pista”, raduno dedicato a Michael Schumacher e Jules Bianchi. Ben più piccole ma rombanti le quattroruote dell’automodellismo. Ma anche attrazioni come la mongolfiera del mitico comandante Piero Porati, un aliante dell’Aeroclub Volovelistico Lariano e per i bambini l’ebbrezza di stare in sella a un cavallo.

Il Monza Sport Festival è anche un’occasione per avvicinare alla gente tante realtà sociali: l’Unicef, Brianza per il cuore, Avis, Admo, Emergency, la Fondazione SLancio. Da quasi vent’anni è presente anche il Cenacolo dei Poeti e Artisti di Monza e Brianza con una mostra che attira sempre molti visitatori.   La delegazione monzese del FAI, Fondo Ambiente Italiano, ha annunciato che la FAIrun farà tappa nel Festival. Vanno anche segnalati due convegni imperniati su Sport e Alimentazione che si terranno sabato 13: uno organizzato da una ventina di Comuni della Brianza e uno dal C.A.M. di Monza.

Che dire? Innumerevoli motivi di interesse, di conoscenza e un’opportunità più unica che rara per camminare sulla pista, farsi fotografare sulla linea del traguardo o sulla pit lane; ammirare il tempio della velocità in una dimensione del tutto diversa per apprezzare ancor di più l’Autodromo. (Gianmaria Italia, speaker ufficiale del Festival dal 1997)